h-header

editoriale

L'editoriale

GIOCO… GALEOTTO

31 Maggio 2021
Marcello Fumagalli

Vi siete mai domandati perché si dice …..”Galeotto fu….” per definire un qualcosa che ci portò a determinate conseguenze?

Dal tecnologico “pozzo virtuale” di tutte le informazioni si può apprendere che Galeotto era un personaggio francese …. Galehaut … appartenente al ciclo bretone e che divenne famoso per aver favorito l’amore tra Lancillotto e Ginevra. Da quel momento l’espressione assunse il significato che ancora oggi è utilizzata per identificare l’origine di una scelta “amorosa”.

Riordinando la mia borsa, oramai abbandonata su una poltroncina da quasi due anni, ho ritrovato il “libricino delle istruzioni” del “Piccolo Chimico” della “Merit” che mia nonna, in un lontanissimo Natale del 1960 o ’61, mi regalò senza immaginare quale responsabilità “galeotta” avrebbe avuto quel gioco.

Da quel momento l’amore per la chimica non mi ha più lasciato!

La confezione era quella più “equipaggiata” e ciò mi permise di effettuare tutti e centoventinove gli esperimenti illustrati.

Il manuale presto si trasformò in un “grimoire” dove ogni sperimentazione descriveva un viaggio nel mondo degli “adepti”. Alle prese con l’esecuzione di ogni singolo “saggio” un percorso di apprendimento si trasformava in un cammino inesplorato colmo di misteri, di arcane sostanze dalla forma di bianchi o colorati cristalli testimonianze di una capacità “di metamorfosi”.

Quel gioco fu un aiuto formidabile nei successivi anni quando, dovendo affrontare i rudimenti del “chimico” di laboratorio, mi chiesero di realizzare un filtro, di piegare, tagliare ed allungare un tubo di vetro trasformandolo in una spatolina, in una pipetta per centellinare reagenti e tanto altro.

Il regalo da “ludus peurorum” mutò, pertanto, in un ausilio per salire quella “scala della scienza” che solo molti decenni dopo riconobbi nella metafora alchemica della biblica scala di Giacobbe unione tra Macrocosmo e Microcosmo, tra sapere e ignoranza.

Ecco come un gioco è divenuto “galeotto” e fonte di un intramontabile “innamoramento” giovanile!

Ancora oggi quei singolari insegnamenti anziché farmi sorridere mi affascinano facendomi sognare.

La fortuna mi ha aiutato due volte la prima ponendomi come destinatario di uno splendido gioco e la seconda per avermi fatto ritrovare “quelle descrizioni” che per decenni hanno nascosto l’origine del percorso della mia vita da studente chimico, poi da professionista e infine da bibliofilo.

libri

Gratis l'ebook

book15annieditoriali 

Scarica qui l'e-book della raccolta "Quindici anni di vita associativa attraverso gli editoriali"

Semplicisti & Stillatori

librosempstill 

Scarica qui gratuitamente il libro "Semplicisti & Stillatori - L'arte degli aromatari volgarmente detti Speziali"

slider-banner

h-footer