h-header

editoriale

L'editoriale

Onomatopea

23 Novembre 2015
Marcello Fumagalli

In ogni lingua esistono parole che simboleggiano soggetti, oggetti, stati d’animo senza avere peraltro un significato preciso in sé. Un esempio può essere la trascrizione di un suono ed esempi in tal senso ne abbiamo un’infinità. I più comuni sono il “bau bau” del cane o il “miaooo” del gatto. Ma quelli che ci hanno seguiti fin dall’infanzia sono i “splash” i “trumble” i “crac” e tanti altri che leggevamo nei fumetti. L’effetto era quello dell’immersione nell’azione …… qualsiasi essa fosse. Queste parole non sono vere parole, ma figure retoriche che ci ridonano l’immagine virtuale dell’evento. Conosco persone che nel loro dolce modo di esprimersi alle volte usano questo sistema linguistico e i baci li trasformano in “smack smack”. Le imitazioni dei suoni si adeguano ai diversi sistemi linguistici e l’italiano “chicchirichì” si trasforma nell'inglese cock-a-doo-dle-doo e il “bau bau” diviene in tedesco il “wau wau”. L’onomatopea fu anche lo strumento scelto da grandi scrittori e poeti e, fra loro, l’iniziatore Filippo Tommaso Marinetti con la corrente dei futuristi dell’inizio del secolo scorso. Marinetti sfruttò queste “parole” per dipingere il “tatatatatatata” delle mitragliatrici contrapposto al “tumb tumb” delle esplosioni di bombe. I fonosimboli, altro modo di riconoscere le onomatopee, oggi si sono moltiplicati favoriti dalla tecnologia e un “blim blim” è diventato il simbolo fonico dell’arrivo di un messaggio telefonico o un “drin drin” lo squillare del telefono. Oggi se ne è aggiunto uno particolarmente significativo! “Ba ta clan, Ba ta clan, Ba ta clan” …….. “ Ssssst “…. e l’immagine è completa. “Gulp”…… deglutiamo…….” sigh sigh “…. piangiamo …….. “zoom bum, zoom bum” ….. la partenza degli aerei supersonici ……… e poi “ flash, flash” ……. e immaginiamo il “boombbbb, boombbbb” delle terribili esplosioni. Nelle nostre orecchie risuona però “bataclan, bataclan, bataclan” ………. e l’ululato delle sirene “Ueeeee Ueeeee Ueeeee” nonché le grida dei terrorizzati e feriti “ahhhhi ahhhhhhhhh”.

libri

Gratis l'ebook

book15annieditoriali 

Scarica qui l'e-book della raccolta "Quindici anni di vita associativa attraverso gli editoriali"

Semplicisti & Stillatori

librosempstill 

Scarica qui gratuitamente il libro "Semplicisti & Stillatori - L'arte degli aromatari volgarmente detti Speziali"

slider-banner

h-footer
pager