h-header

editoriale

L'editoriale

Non ci siamo

27 Marzo 2012
Marcello Fumagalli

In un Paese dove un drappello di tecnici, sta tentando di migliorarlo, una sparuta legione di mediocri continua indifferente a pensare e lavorare contro la volontà di libertà, di equità e di democrazia reale prerogative di una sana e moderna comunità civile. Così la stolta compagine continua ad inneggiare ad uno stato di superiorità senza accorgersi che la loro magnificenza è quella però del detto popolare: “ Nel Paese dei ciechi l’orbo si sente Re”. La citazione medioevale, originariamente “Beato monoculi in terra caecorum”, è usata tuttora, dopo secoli, per descrivere il “modesto” che sembra un genio se posto a confronto con chi è peggio di lui. E purtroppo in questo Paese sembra che gli orbi eccellano. Ecco perché non ci siamo! Ecco perché questa banda di “orbi”, nel significato originale della parola cioè dei vedenti da un occhio solo, si sentono Re tentando di resistere imponendo la loro “ regalita’ ”. La visione mi richiama alla memoria il libro di Wells che scrisse un racconto intitolato “Il Paese dei ciechi” in cui è descritta l’avventura di un uomo che, approdando in una valle sperduta delle Ande, si accorge che tutti gli abitanti sono ciechi e, sfruttando la sua capacità di vedere, subito pensa di diventarne Re. Presto però la sua ambizione cadrà per volontà del Popolo cieco che lo condannerà all’asportazione dei suoi globi oculari come causa dei danni alla sua ragione. Se avete occasione cercate il racconto e leggetelo mediandone il significato con tutto quello che i vostri occhi vi permettono di vedere.

libri

Gratis l'ebook

book15annieditoriali 

Scarica qui l'e-book della raccolta "Quindici anni di vita associativa attraverso gli editoriali"

Semplicisti & Stillatori

librosempstill 

Scarica qui gratuitamente il libro "Semplicisti & Stillatori - L'arte degli aromatari volgarmente detti Speziali"

slider-banner

h-footer
pager