h-header

editoriale

L'editoriale

La conoscenza

23 Settembre 2012
Marcello Fumagalli

Nei rotoli di Nag Hammadi, ritrovati per caso nel 1945 nell’alto Egitto da due pastori ignari della loro importanza, la saggezza antica riempie ogni centimetro delle pergamene che li compongono. I manoscritti, scritti in copto, hanno avuto un avventuroso peregrinare dopo il loro ritrovamento e hanno rischiato d’essere persi per sempre. Solo molti anni dopo sono giunti in mano ad uomini che hanno saputo riconoscere la loro rilevanza. La loro storia è talmente incredibile da essere immaginata e come se avessero un destino segnato fin dall’ origine. Il loro destino era forse quello di trasferirci un insegnamento che ci avrebbe illuminati sul percorso da scegliere per raggiungere la totale consapevolezza della nostra natura. Gli scritti, celati per quasi due millenni in giare di terracotta sepolte in una grotta, esaminano aspetti religiosi come i Vangeli Apocrifi di Tommaso, Maria Maddalena e Filippo, ma anche alcuni testi ermetici appartenenti al Corpus Hermeticus di Ermete Trismegisto - il tre volte grande – per finire poi all’opera ritrascritta della Repubblica di Platone. Quello che avvince in questi misteriosi ed antichissimi manoscritti è soprattutto il messaggio che non lascia dubbi sull’importanza della conoscenza che l’uomo deve avere per potersi riscattare e trasformarsi su questa Terra. La conoscenza di se stessi è la pietra d’angolo per chi vuole raggiungere lo stato di vera coscienza prima proprietà che ci distingue dagli animali. Ma cos’è la conoscenza in generale? E’ forse l’erudizione che ci ha conferito lo studio? O forse è quel qualcosa che ci porta ad affermare verità assolute? No! La conoscenza non è nulla di tutto questo bensì è la saggezza del nostro “cuore” che ci aiuta a comprendere ciò che è accaduto, che accade e che accadrà consentendoci di affrontare la vita quotidiana. Accanto alla conoscenza esiste l’eleganza e non quella esteriore dell’apparire, la bellezza esteriore ed interiore, la lealtà e l’ansia. Alcune parti parlano dei nemici e dell’amicizia. Da tutto questo può nascere la felicità o l’amore che dobbiamo saper nutrire verso i nostri simili se vogliamo sopravvivere in questo terribile mondo terreno. Dopo anni una mail mi ha raggiunto nel libro degli ospiti del mio sito e ancora una volta si è compiuto un miracolo ispirato dall’amicizia. Stupendo sentirsi amati e ricordati da persone alle quali, solo per qualche istante, abbiamo mostrato la nostra sensibilità, eleganza, bellezza e saggezza. “Shalom aleichem”

libri

Gratis l'ebook

book15annieditoriali 

Scarica qui l'e-book della raccolta "Quindici anni di vita associativa attraverso gli editoriali"

Semplicisti & Stillatori

librosempstill 

Scarica qui gratuitamente il libro "Semplicisti & Stillatori - L'arte degli aromatari volgarmente detti Speziali"

slider-banner

h-footer
pager