h-header

editoriale

L'editoriale

Acqua

02 Ottobre 2011
Marcello Fumagalli

Un caldo torrido, un deserto tutto attorno, polvere e siccità! L’immagine potrebbe essere quella di un film fantascientifico, ma potrebbe essere anche una visione del futuro del nostro pianeta. In questi ultimi anni è diventata famigliare l’espressione “impatto zero” riferita all’anidride carbonica quale prima responsabile dell’inquinamento dell’aria. Non abbiamo ancora sufficiente attenzione invece all’acqua che immaginiamo inesauribile e praticamente gratuita. All’inizio del mondo evoluto il consumo era di circa 12 litri al giorno per ciascuno…..all’inizio del XX secolo 60 ed oggi 385. 880 milioni di persone però non hanno praticamente accesso a questo bene e noi buttiamo via il 30% dell’acqua immessa nelle condutture della rete delle nostre città perché in cattivo stato. Questi dati sono la sintesi delle cose che mi sentii raccontare da un taxista durante un breve spostamento in città …… un taxista che scoprii quasi subito essere una persona conosciuta. Dalla fabbrica chimica al taxi questa è stata la sua evoluzione e appena mi accomodai in macchina mi riconobbe e si fece riconoscere. La cordialità ci portò alle solite considerazioni, ma l’argomento ritornò all’acqua quale elemento fondamentale per la vita degli esseri viventi. Il pensiero volò verso quelle realtà nel mondo che hanno basato la loro sopravvivenza sulla buona gestione dell’acqua che è più facile tenerla pulita che disinquinarla. Parlammo di Israele e delle tecnologie adottate in quel paese che ha saputo applicarle intelligentemente strappando al deserto ampie zone oggi formidabili piantagioni di pompelmi rosa, datteri e altri frutti. Ma anche di Las Vegas che si è sviluppata nel deserto del Nevada proprio gestendo l’acqua a sua disposizione con ferrea mano. All’acqua occorre dunque prestare la dovuta attenzione e il giusto valore. Ricordarcelo ci aiuterà a non far pagare in futuro un altissimo prezzo ai nostri figli. Un bene così prezioso va salvaguardato e bisogna impegnarsi a modificare alcune delle nostre consumistiche abitudini. Chiudete i rubinetti quando vi sbarbate o vi lavate i denti…..c’è qualcuno nel mondo che per 23 ore al giorno ce li ha secchi.

libri

Gratis l'ebook

book15annieditoriali 

Scarica qui l'e-book della raccolta "Quindici anni di vita associativa attraverso gli editoriali"

Semplicisti & Stillatori

librosempstill 

Scarica qui gratuitamente il libro "Semplicisti & Stillatori - L'arte degli aromatari volgarmente detti Speziali"

slider-banner

h-footer
pager