top-header

menu

editoriale

L'editoriale

Tra realtà e leggenda

31 Agosto 2019 | Marcello Fumagalli

La storia molte volte si mescola e si confonde in una realtà deformata alla quale si tenta di dare una spiegazione per naufragare in fine nella leggenda.
In tutti i tempi l’intima mescolanza ha esercitato un fascino speciale sugli uomini contribuendo al sorgere di meravigliosi racconti fantasiosi.
La nascita dei miti non è mai stata opera di una sola persona, ma la combinazione di smaniose ricerche della realtà non ben conosciuta da parte di molti.
All’origine dell’alternanza delle due “polarità”, quella storica e quella epica, alberga la natura umana la cui indole è incapace di resistere alla seduzione di tutto ciò che è nascosto e misterioso.
E così, per secoli e secoli, l’umanità ha esplorato il confine delle rispettive condizioni trasformando oniriche visioni in attendibili fatti storici e viceversa.
Anche lo sgomento ha contribuito all’apparire di mitizzati quadri della verità aggiungendo scenari paurosi a momenti visti e vissuti.
E’ proprietà degli uomini confondere i propri ricordi “tra realtà e leggenda” …. una tendenza connaturata nella speranza di poter influenzare il corso della storia a proprio uso e consumo.
Ultimamente sono stato intervistato da una scrittrice il cui fine era quello di conoscere meglio il nostro “mondo” e avere materiale per scrivere un libro sulla straordinaria “storia” che ha segnato un’epoca industriale oggi non più proponibile. Uomini e aneddoti sono stati romanticamente ricordati in momenti ed avvenimenti il cui colore brillante assomigliava a quello dell’“oro

slider-banner

home-footer
pager